Storia del Chianti fra leggende e medioevo

Storia del Chianti fra leggende e medioevo

La storia del Chianti è lunga e spesso controversa e nasconde anche moltissime leggende.La regione del Chianti la definiscono una delle  più belle della Toscana, particolarmente verdeggiante e ubertosa si estende dalla parte sud di Firenze fino a nord di Siena mentre ad est vi sono come confine i monti del Chianti e ad ovest le valli dei fiumi Pesa ed Elsa.

Dal  XIII secolo abbiamo conoscenza del termine Chianti, il nome pare derivi dall’etrusco clante che significa acqua, con riferimento alla zona con numerosi corsi d’acqua, ma l’opzione più probabile è che derivi dal latino clangor il cui significato è strepito e grido, termine che si riallaccia agli acuti rumori delle cacci che  vi si svolgevano.

Leggende e storia del Chianti

Nella storia del Chianti si tramanda una leggenda dove Siena e Firenze si contendevano il predominio della zona, fu così che per risolvere la questione dei limiti dell’area, fu ideata la gara di velocità fra due cavalieri: uno doveva partire da Firenze e l’altro da Siena, il luogo d’incontro di entrambi doveva segnare il confine di entrambe le città.

Era una gara di velocità perciò il primo  che si svegliava al canto del gallo avrebbe avuto vantaggio sull’altro. I fiorentini per vincere la gara ed aggiudicarsi la maggior parte del territorio fecero digiunare il loro gallo, che stremato dalla fame cantò prima, svegliando  ante tempo il cavaliere.

Questi partì prima , incontrando’ l’avversario in territorio di Castellina e lì fu stabilito il confine,detto più avanti Croce fiorentina,vicino a Siena.

Nel 1384 la Repubblica fiorentina fondò la “lega del Chianti” una delle tante leghe che furono  istituite per organizzare il territorio soggetto.

Le leghe erano antiche unità amministrative che dipendevano da Firenze e le garantivano difesa in caso di pericolo.

Il simbolo della lega del Chianti era un gallo nero sul fondo oro,oggi noto a tutto il mondo. Il simbolo viene utilizzato adesso per il Chianti Classico.

marchio_consorzio_chianti_classico_gallo_nero

Storia del Chianti, ma anche affascinanti leggende

Una delle più popolari leggende del Chianti è quella di San Galgano, un cavaliere vissuto nel XII che a seguito di un’apparizione conficcò la sua spada in una roccia. La spada dopo centinaia di anni è ancora al suo posto custodita nella Cappella Montesiepi, cappella che venne costruita per proteggere la reliquia. Per saperne di più potete leggere quest’articolo scritto appositamente su San Galgano, scoprirete che nei pressi della Cappella Montesiepi si trova una fantastica Abbazia.

Chiudi il menu