San Gimignano

San Gimignano

San Gimignano, in origine Silvia , ma in seguito ribattezzata dai cittadini col nome del Santo vescovo modenese San Gimignano che pare apparì sulle mura, fermando le orde barbariche.

Le torri furono costruite dalle ricche famiglie come baluardo di potenza e ricchezza.Nel periodo medioevale, erano in origine 72 ma ne sono rimaste solo 14. La città ha mantenuto la sua struttura trecentesca ed è perciò un piccolo gioiello della toscana.

San Gimignano - torri

Certo il turista non può che rimanere affascinato dallo splendore tutto medioevale del suo centro. con le sue due piazze principali in cui si affacciano con imponenza nobili palazzi, torri e chiese.

Percorrendo la via San Giovanni arriviamo dritti al Duomo un’opera meravigliosa in stile romanico; al suo interno, vi sono numerosi affreschi della scuola senese e opere della scuola fiorentina. Continuando nel nostro percorso ci troviamo di fronte il palazzo Podestà ora sede del Comune, importante monumento di San Gimignano, a sinistra invece si erge possente la Torre Rognosa eretta nel 1300.

Proseguendo arriviamo fino alla piazza più piccola, la Piazza delle Erbe, dove ammiriamo le bellissime torri Salvucci, appartenenti un tempo ad una delle famiglie più potenti di San Gimignano, alla fine la torre Grossa alta 54 metri, l’unica accessibile al pubblico dalla quale si può ammirare una meravigliosa vista del borgo.

Contigua e antico centro commerciale ecco la piazza della Cisterna, il suo nome lo si deve al robusto pozzale all’interno, che un tempo raccoglieva l’acqua piovana.
Qui troviamo i palazzi Tortoli-Treccani, il palazzo Cortesi con la famosa torre del Diavolo e le torri gemelle degli Ardinghelli.

Innumerevoli i musei da vedere: da quello Civico a quello Diocesano, così come le Chiese da visitare: oltre il Duomo citiamo la bellissima Chiesa di Sant’Agostino e l’attigua cappella di San Bartolo.

Prodotti tipici di San.Gimignano

Ma San Gimignano è importante anche per il suo famoso vino e per lo zafferano. La vernaccia, citata anche da Dante nel XIV canto del Purgatorio, è un vino bianco pregiato e conosciuto in tutto il mondo, pare sia stato il primo vino a ricevere il marchio di denominazione di origine controllata . Chi non ha provato lo zafferano di San Gimignano? Un prodotto DOP, ai tempi utilizzato sia come prodotto di scambio che come equivalente in denaro.

Lo zafferano di San Gimignano e’ tutto naturale e di altissima qualità ed è conosciutissimo in tutto il mondo.

By | 2015-03-07T08:00:24+00:00 gennaio 10th, 2009|Città medievali, Provincia di Siena, Siena|0 Comments

Leave A Comment